toccando il cileo
    Sul tetto di un edificio costruito negli anni ’20 che ospita un “departement store” a Seul, è stato realizzato oltre ad un ristorante e una zona mostre temporanee anche un giardino pensile, aperto al pubblico, per poter accogliere un’importante collezione di sculture. In collaborazione con lo studio dell’Architetto Stefanoni che ha seguito la parte architettonica, ci siamo occupati della progettazione del verde. L’ampliamento, non è visibile dalla strada ma solo dagli alti edifici circostanti. Le ampie vetrate dello store, si aprono sullo spazio esterno, articolato su diversi livelli attraverso l’ausilio di superfici inclinate e inusuali, dove trovano collocazione le sculture. Un’unica essenza arborea, il Phyllostachys utilizzato nelle sue molteplici varietà per creare delle quinte architettoniche, con particolare attenzione al clima esistente, rigido durante l’inverno e torrido d’estate. Le potature squadrate delle essenze danno profondità agli spazi. Un percorso articolato da stretti canali e specchi d’acqua che la sera diventano superfici luminose dove i riflessi si confondono con il reale e guidano il visitatore in un viaggio magico, alla scoperta delle monumentali sculture di Moore, Calder, Mirò, Oldenburg, Smith e Luis Bourgeois.
    urban 1
    urban 2
    urban 3
    urban 4
    urban 5
    urban 6

    instagram linkedin

    Giulia Torregrossa a Milano, MI, IT su Houzz Privacy Policy